the antimatter experience pt. 1

RSS
Condividi

Nov 10 2008, 23:11

Ven 7 Nov – Antimatter, All my faith lost



dovessi scrivere un report veramente completo su questo concerto e quello del giorno successivo, dovrei partire da un sabato sera di inizio luglio, quando prima di incontrarmi con una mia amica dopo circa due mesi e mezzo dal nostro ultimo rendez-vous sono passato dal blueshouse a verificare che fosse disponibile per ospitare gli antimatter e, in particolare, la prima apparizione italiana ufficiale di mr. duncan patterson da dieci anni a questa parte. mai stato prima al blueshouse, e la fortuna ha voluto che quel giorno fosse l'ultimo prima della chiusura per vacanze estive.

saltiamo al 20 agosto circa quando, dopo aver raggiunto la solita amica per consegnarle il regalo di compleanno mentre stava partendo per l'abruzzo, riprendono i contatti col blueshouse. praticamente dieci giorni intinterrotti di telefonate dove il gestore, in bilico tra sì e no, cercava di stringere sulla cifra pur non volendo perdere l'occasione. il 29 agosto il concerto è confermato, ed insieme a martino, il mio 'collega organizzatore', confermiamo anche una seconda data, sabato 8 novembre al lynx di vicenza.

il 30 agosto parto per eindhoven, dove il giorno dopo avrei visto gli anathema in concerto. mi connetto via wireless alla rete internet, il mondo già sa delle due date degli antimatter in italia, ma salta fuori che i gestori del lynx nel frattempo si sono affidati ad un'agenzia concerti, occupando l'8 novembre. mentre bestemmio col mio amico su msn il pc si spegne, causa esaurimento batteria, e non posso ricaricare perché le prese della corrente sono diverse...

non appena arrivato ad amburgo, dove si sono svolti i memorabili concerti di meshuggah e dredg, annullo la data dell'8. alcuni giorni dopo, a goteborg, comincia la realizzazione del flyer del concerto.

ad ottobre il tour manager degli antimatter mi chiede se è possibile aggiungere una data sabato 8 novembre, giorno rimasto scoperto. un martedì sera mi reco al caffè letterario di bergamo, altro posto mai frequentato e conosciuto solo per sentito dire; qualche giorno dopo la cosa è confermata... il flyer viene ultimato, stampato e distribuito, e le news cominciano a diffondersi in rete.

infine, mi si chiede se vi sono gruppi disponibili a suonare di supporto, e saltano fuori gli all my faith lost, immagino per iniziativa stessa degli antimatter, che già li conoscevano e con cui è stata concordata l'ultima data, giovedì 6 novembre a trieste. un concerto al giorno, praticamente.

proprio quel giovedì il tour manager mi scrive, serve un contatto telefonico degli AMFL perché il volo per l'italia è stato perso; gli antimatter cambiano volo - e spendono un sacco di soldi - ma arrivano comunque in tempo per lo show.

il 7 novembre serve un set di corde nuove per l'acustica di mick. i tempi si allungano, e chi conosce la zona sa cosa significa girare in macchina in brianza nel tardo pomeriggio. in quell'inferno stradale mi precipito ad acquistare le corde, raggiungo le macchine di martino e delle band al casello di agrate, e per le 19 siamo al blueshouse.

e veniamo ora al concerto di milano :)
gli AMFL hanno suscitato pareri contrastanti... non ho incontrato nessuno che si sia dichiarato esaltato dalla loro performance, ma quella sera di dischi ne hanno venduti, perciò anche per loro si è trattato di un piccolo successo.

nessun problema di orario al blueshouse, il concerto praticamente inizia verso mezzanotte per finire poco dopo l'una... mick moss un anno fa era molto più elegante, in questo caso deve aver deciso di non ingombrare troppo le valigie con camicie e scarpe di cuoio nero, optando per un abbigliamento casalingo. la musica è quella che conta in ogni caso, e le canzoni sono letteralmente volate via. resta il rammarico - così come a bergamo - di un'esibizione breve, che è sembrata scivolar via prima che ci si potesse rendere conto di quanto accadeva. questa la setlist:

eleanor rigby [beatles]
feel [anathema]
over your shoulder
the last laugh
learpholl [ion]
mr. white [trouble]
flowers
going nowhere / destiny [anathema]
eternity pt. iii
saviour
the weight of the world
leaving eden
legions
empty [anathema]
---
leftover wine [melanie safka]
the power fo love [frankie goes to hollywood]

da ricordare assolutamente eternity pt. iii e la versione rallentata e 'strana' di empty. durante leaving eden duncan è sceso dal palco causa necessità fisiologiche... anche se avrebbe ampiamente recuperato l'alcool perduto dopo lo show, chiudendo in bellezza con una tequila+acqua tonica una volta tornati in albergo.

prima dei bis ho bloccato mick, che già stava pensando al suo bicchiere di vino mentre scendeva dal palco, dicendogli: 'credo che dobbiate tornare sul palco e suonare un altro paio di pezzi'. 'lo credi davvero?'. eccome se lo credevo, e lo credevano anche le 150 e più persone che si sono presentate al blueshouse quella sera! non a caso la canzone successiva si intitolava proprio 'leftover wine'!!!

alcune persone mi hanno riconosciuto, e sono contento che alcuni siano rimasti davvero estasiati dal concerto. mi è dispiaciuto ahimé non incontrare chi qui su last.fm c'era quella sera, ed anche chi per un motivo o per l'altro - in tre casi almeno si è trattato di malattia, mentre altre giustifiche non sono pervenute - non ha presenziato.

e per questa prima parte è tutto... il racconto prosegue sulle pagine dell'evento bergamasco quando avrò nuovamente tempo di scrivere. see you soon... ;)

dimenticavo: il lynx ha chiuso i battenti a fine ottobre, provate un po' ad immaginare cosa sarebbe stato se invece il concerto dell'8 novembre fosse stato confermato in quel locale...

Commenti

  • mircoas

    bel report ;)

    Nov 11 2008, 8:09
  • proggirl

    mah! Allora è stato megli l'anno scorso??? Dico,con una setlist così corta non me lo ricordo... Peccato non averli visti,ma forse incontrerò Dunc in Messico :D

    Nov 11 2008, 11:36
  • opethpainter

    non è stato meglio o peggio, è stato diverso. da una setlist non si può giudicare la bellezza di un concerto... a meno che un concerto bello debba essere per forza lungo. c'era anche mio padre e ieri sera non smetteva più di dirmi quanto il concerto gli sia piaciuto :D tra l'altro a milano c'era gente venuta addirittura dalla spagna :)

    Nov 11 2008, 11:56
  • proggirl

    Beh! meno male che è piaciuto anche a tuo padre! :-) Io non sono mai stata a un concerto col mio :-(

    Nov 11 2008, 13:32
  • eroenegativo

    è stato peggio perchè non c'ero io!

    Nov 11 2008, 21:51
  • opethpainter

    rileggiti un po' il tuo primo e unico commento a questo evento... suona un po' come uno scherzo del destino :P

    Nov 12 2008, 0:29
Visualizza tutti (6 commenti)
Aggiungi un commento. Accedi a Last.fm o registrati (è gratuito).