Biografia

I Peste Noire (detti anche Kommando Peste Noire, K.P.N. o più semplicemente PN) sono un gruppo musicale black metal francese fondato da La Sale Famine de Valfunde (spesso chiamato semplicemente Famine) nel 2000 ad Avignone. Diversi testi sono presi da opere di autori francesi (Charles Baudelaire, Robert Brasillach, Christine de Pisan, François Villon, Paul Verlaine…). Il vero intento della band, fin dagli inizi della loro carriera musicale, è sempre stato quello di produrre una musica che rappresentasse in pieno l’idea di pestilenza medievale. L’impronta nazionalista ha sempre caratterizzato i dischi dei Peste Noire.

Dopo la solita trafila di demo e split, i Peste Noire hanno cominciato a ottenere una discreta fama con il loro debut album, “La Sanie des Siècles: Panégyrique de la Dégénérescence”. I loro album sono caratterizzati da un black metal alquanto rozzo, sporco, a tratti quasi decomposto, depressivo, ma anche molto personale e pieno di sentimento; i due successivi full length, “Folkfuck Folie” (2007) e “Ballade cuntre lo Anemi Francor” (2009) mostrano un progressivo peggioramento della produzione, ma al tempo stesso una maturazione nel sound con l’implemento di nuovi elementi, come il piano e la voce femminile, dei quali se ne occupa Audrey Sylvain, entrata in formazione nel 2008 dopo aver fatto da guest come backing vocalist nella traccia “Amour ne m’amoit ne je li” dell’album “Folkfuck Folie”.

La commistione di black metal e folk medievale tipica di “Ballade” lascia spazio a un quarto album completamente diverso dai precedenti, “L’Ordure à l’ètat Pur”. Uscito sotto la neonata etichetta discografica fondata proprio da Famine (“La Mesnie Herlequin”), “L’Ordure” si presenta come un lavoro folle, dissacrante e avanguardistico, già dalla copertina che scimmiotta il capolavoro di Delacroix, “La liberté guidant le fer”. Il black metal selvaggio e decomposto dei K.P.N. lascia spazio a una produzione molto più limpida e a trovate musicali completamente oscure al classico stile della band di Famine, come beat techno, valzer e parti ska (vedi “Casse, Pêches, Fractures et Traditions”).

Nel 2013 la band rilascia un altro disco, ancora sotto “La Mesnie Herlequin”, chiamato proprio “Peste Noire”, nel quale si ritorna un po’ allo stile classico della band, con una forte propensione al folk, alle parti acustiche e con episodi praticamente punk (“La Blonde”).

Autore modifica: Heliogabalus90 (data: Lug 12 2013, 10:27)

Tutti i contenuti forniti dagli utenti su questa pagina sono disponibili in base ai termini della licenza Creative Commons Attribution/Share-Alike.
I contenuti potrebbero essere concessi in licenza anche in base ai termini della GNU Free Documentation License.

Dati principali

Generati da informazioni formattate nella wiki.

Nessuna informazione su questo artista

Questa è la versione 4. Visualizza quelle precedenti, oppure commenta questa wiki.

Puoi anche visualizzare un elenco di tutte le modifiche recenti alle wiki.

Ulteriori informazioni

Da altre fonti.

Collegamenti