Biografia

Marie Laforêt, nome d’arte di Maïténa Doumenach (Soulac-sur-Mer, 5 ottobre 1939), è un’attrice e cantante francese.

Proveniente da una famiglia di origine armena, debutta per caso gareggiando in sostituzione della sorella, che aveva rinunciato all’ultimo momento, ad un concorso per giovani talenti organizzato nel 1959 dalla stazione radiofonica Europe 1.

Il regista Louis Malle la ingaggia per Liberté, un progetto cinematografico che non verrà mai realizzato, e così la sua prima apparizione cinematografica sarà nel film Delitto in pieno sole (Plein soleil), diretto nel 1960 da René Clément.

L’anno dopo sposa il regista Jean-Gabriel Albicocco, che la inserirà nel cast di diverse realizzazioni, la più famosa delle quali resta La ragazza dagli occhi d’oro (La Fille aux yeux d’or) tratta da Honoré de Balzac. Con questo appellativo sarà spesso etichettata la giovane attrice, che intanto tenta anche la carriera di cantante incidendo un 45 giri che subito ottiene enorme successo, sia in patria come nel resto d’Europa.

Les Vendanges de l’Amour (1963), scritta da Daniel Gérard, un autore di altre decine di fortunati successi del periodo yéyé, viene tradotta anche in Italiano con il titolo La vendemmia dell’amore ed entra in classifica anche al di qua delle Alpi.

A questo brano faranno seguito molti altri, che l’artista non mancherà di promuovere anche in versione italiana ottenendo un discreto successo fra il 1964 e il 1968: Che male c’è, E se qualcuno si innamorerà di me (La playa), Un foulard di seta blu, Nozze di campagna, Manchester e Liverpool.

Prosegue con successo intanto la sua carriera cinematografica, con qualche pellicola che la vede protagonista anche in Italia (Le soldatesse di Valerio Zurlini).

Guarda dove vai e Calda la vita (Que calor la vida) sono gli ultimi successi in italiano. Il cambio di casa discografica e il cambio di repertorio (farà notizia il suo atteggiamento polemico nei confronti della scuderia di cui entra a far parte, che la vorrebbe ancora legata alla musica commerciale e al cliché della ragazza dagli occhi d’oro) la fanno allontanare per alcuni anni dalle produzioni discografiche mainstream, anche se Marie continua ad esibirsi in spettacoli dal vivo spaziando dalla musica d’autore alle ballate dei paesi balcanici, dagli adattamenti di brani classici alla musica etnica.

Nel 1973 il successo di vendite ritorna con Viens, viens, cover di Rain, Rain, Rain e nel 1977 con Il a neigé sur Yesterday, una sorta di omaggio-nostalgia alle canzoni dei Beatles.

Nel 1978 si stabilisce a Ginevra dove apre una galleria d’arte. Nel 1981 sposa l’agente di cambio Eric de Lavandeyra, pubblica un libro autobiografico (Contes et Légendes de ma vie privée) e si dedica ancora al cinema (in Italia comparirà nel serial televisivo La Piovra 3 e in L’avaro con Alberto Sordi), al teatro (ancora oggi calca le scene dei teatri parigini) e alla televisione.

Ha preso la cittadinanza svizzera e vive attualmente ancora a Ginevra.

Autore modifica: justanotherider (data: Apr 9 2008, 14:16)

Tutti i contenuti forniti dagli utenti su questa pagina sono disponibili in base ai termini della licenza Creative Commons Attribution/Share-Alike.
I contenuti potrebbero essere concessi in licenza anche in base ai termini della GNU Free Documentation License.

Dati principali

Generati da informazioni formattate nella wiki.

Nessuna informazione su questo artista

Questa è la versione 2. Visualizza quelle precedenti, oppure commenta questa wiki.

Puoi anche visualizzare un elenco di tutte le modifiche recenti alle wiki.