Biografia

I Lynyrd Skynyrd sono una band americana di /. La band acquistò importanza durante gli anni settanta, capeggiata dal cantante e principale autore dei testi Ronnie Van Zant, fino alla sua morte avvenuta nel 1977.

La storia

Durante gli anni sessanta, il gruppo cambiò nome parecchie volte (da ricordare “The Noble Five” e “One Percent”) mentre suonava nei club e nei locali da ballo di Jacksonville. Nel 1968 i futuri Lynyrd Skynyrd vinsero un concorso locale e con il premio in denaro registrarono le canzoni “Need All My Friends” e “Michelle”, singolo di debutto uscito con l’etichetta locale Shade Tree Records. Si guadagnarono anche la possibilità di aprire molti concerti per la band californiana di Rock psichedelico Strawberry Alarm Clock.

The classic years, 1970-1977

Nel 1970, la band iniziò un periodo di prove continue presso la “Hell House”, una fattoria isolata a Green Cove Springs (Florida), cittadina nei dintorni di Jacksonville. In questo periodo il roadie Billy Powell si unì al gruppo come tastierista. Il nome definitivo del complesso fu ispirato dalla storpiatura canzonatoria del nome dell’insegnante di ginnastica dei liceali Rossington e Burns, tale Leonard Skinner. Skinner aveva reso più restrittive le regole della scuola, impedendo ai ragazzi di portare capelli lunghi. Dopo essere stati puniti innumerevoli volte, Ronnie Van Zant, durante uno show ancora con il nome di One Percent, scherzosamente annunciò dal palco che da allora si sarebbero chiamati Leonard Skinner. Il nome però tenne, trasformandosi presto in Lynard Skynard, e poi in Lynyrd Skynyrd.

I Lynyrd Skynyrd continuarono a suonare in giro per il sud degli States nei primi anni settanta, costruendo il proprio rock blues duro e potente come la propria immagine. Nel 1972, Leon Wilkeson rimpiazzò Larry Junstrom al basso. Wilkeson se ne andò appena prima dell’inizio delle registrazioni del primo album. Il chitarrista degli Strawberry Alarm Clock, Ed King, fu chiamato a rimpiazzarlo. Quando l’album fu completato, Van Zant informò King che lo considerava il peggior bassista che egli avesse mai sentito. Per questo suggerì lo spostamento di King alla chitarra, così da poter ripodurre dal vivo il suono a tre chitarre adottato in studio. Cosa che divenne ben presto la caratteristica distintiva del gruppo. Van Zant sposò la propria fidanzata Judy nel 1972.

Il produttore Al Kooper rimase impressionato dalla band durante una performance nel 1972 in un club di Atlanta chiamato “Funocchio’s” e li mise sotto contratto per la MCA Records. Egli produsse il primo album del 1973 Pronounced Leh-Nerd Skin-Nerd che conteneva Free Bird, un tributo a Duane Allman degli The Allman Brothers Band da poco deceduto. Free Bird fu trasmesso dalle radio nazionali arrivando fin alla posizione 19 della classifica Billboard Hot 100. Curiosità vuole che la canzone sia diventata causa ed oggetto di un tipico cliché del Rock and Roll, cioè urlare il nome della canzone che si vuole sentire.

Lo zoccolo duro dei fan continuò a crescere rapidamente durante il 1973, anche grazie al fatto di avere fatto da apertura agli Who durante il tour americano di Quadrophenia. Durante uno di questi show, al Cow Palace in California, Gli Who si rifiutarono di salire sul palco dopo i Lynyrd Skynyrd perché la folla continuava a chiamarli a gran voce. Il secondo album del 1974 Second Helping, coincise con l’esplosione della band. Il singolo “Sweet Home Alabama” (numero 8 in classifica nell’agosto 1974) nacque come risposta ad “Alabama” e “Southern Man” di Neil Young. In risposta alla risposta, Warren Zevon registrò il pezzo “Play it All Night Long”. Tuttavia la convinzione che Van Zant e Young fossero reciprocamente ostili, per quanto diffusa, era falsa; entrambi apprezzavano la musica dell’altro e parlarono spesso di collaborare insieme. Young eseguì canzoni dei Lynyrd Skynyrd nei propri concerti e durante il concerto tributo a Van Zant. Second Helping arrivò al numero 12 delle classifiche e fu più volte disco di platino. Il gruppo andò in tour nel Regno Unito nel 1975 (insieme ai Golden Earring) e nel 1976 (con i Rolling Stones).

Nel luglio del 1974 i Lynyrd Skynyrd furono il gruppo di cartello del Ozark Music Festival, che alcune stime definirono uno degli eventi rock più grandi della storia, con un pubblico di 350.000 persone.

Nel 1975, King e Burns lasciano la band, e Burns viene rimpiazzato da Artimus Pyle. Il primo album della nuova formazione Nuthin’ Fancy diventa il loro primo disco ad entrare nei Top Ten. Forte di un successo come “Saturday Night Special” (n. 27 della classifica di Billboard). Gimme Back My Bullets seguì nel 1976 senza però ottenere lo stesso successo dei due precedenti dischi. Nel dicembre del 1975 Leslie Hawkins, Cassie Gaines e JoJo Billingsley si unirono al gruppo. Il chitarrista Steve Gaines, fratello della corista Cassie Gaines, rimpiazza King nel 1976, proprio in tempo per registrare il doppio dal vivo One More from the Road, secondo lavoro ad entrare nei primi dieci in classifica.

Il sesto album degli Skynyrd, Street Survivors, fu pubblicato nell’ottobre del 1977. Sarà l’ultimo lavoro della formazione originale.

L’incidente aereo (1977)

La leggenda dei Lynyrd Skynyrd subisce un durissimo colpo a causa di un incidente aereo il 20 ottobre 1977, tre giorni dopo l’uscita di Street Survivors. Un volo charter che stava portando la band a Baton Rouge (Louisiana) per una data del tour, a causa di problemi di carburante, si schianta in una palude a Gillsburg (Mississippi). L’impatto uccide sul colpo il cantante Ronnie Van Zant, il chitarrista e cantante Steve Gaines, la corista Cassie Gaines, l’assistente all’organizzazione del tour Dean Kilpatrick, il pilota Walter McCreary e il co-pilota William Gray. Gli altri membri della band restarono feriti, qualcuno in modo molto serio. Allen Collins subì la rottura di una vertebra cervicale, sia Collins che Leon Wilkeson rischiarono l’amputazione di un arto, Leon ebbe numerose lesioni interne ed un polmone perforato. Gary Rossington si ruppe un braccio e un piede. Leslie Hawkins si ruppe il collo in tre punti ed ebbe il viso sfigurato da gravi lacerazioni. Sulla copertina di “Street Survivors” le fiamme che in origine si trovavano sotto la foto del gruppo, vennero sostituite dalla MCA Records con uno sfondo nero.

Street Survivors fu il secondo album della band ad arrivare al disco del platino, arrivando al numero 5 della classifica americana. Il singolo “What’s Your Name” raggiunse il numero 13 della classifica nel gennaio 1978. I Lynyrd Skynyrd si sciolsero dopo la tragedia aerea.

Intervallo (1977-1986)

Rossington e Collins formarono The Rossington-Collins Band tra il 1980 ed il 1982, con due album all’attivo. Pyle vara il progetto The Artimus Pyle Band nel 1982. Collins fonda The Allen Collins Band. Ma la tragedia è ancora dietro l’angolo e nel 1986 Collins si schianta con l’auto mentre sta guidando ubriaco, uccidendo la propria fidanzata e restando paralizzato dalla vita in giù.

Gli anni della riunione (dal 1987 ad oggi)

Rossington, Powell, King e Wilkeson si rimettono insieme nel 1987 insieme al fratello minore di Van Zant, Johnny Van Zant, che assume il ruolo di cantante e di principale compositore dei pezzi. Le condizioni di Collins gli permettono di partecipare al progetto solo come direttore artistico. Egli viene colpito da una polmonite nel 1989 e muore il 23 gennaio 1990.

La riunione della band in origine doveva essere soltanto un tributo alla formazione originale, fotografato in un doppio album Southern By The Grace Of God/Lynyrd Skynyrd Tribute Tour - 1987, ma la reazione positiva dei fans risulta essere oltre ogni aspettativa e questo spinge la band a restare unita e a scrivere nuovi pezzi. I “nuovi” Lynyrd Skynyrd registrano numerosi cambiamenti nella formazione e continuano ad incidere dischi e a suonare dal vivo. Leon Wilkeson, bassista degli Skynyrd sin dal 1972, muore per problemi renali ed epatici il 27 luglio del 2001. La vedova di Ronnie Van Zant, Judy Van Zant, attualmente gestisce uno dei locali di musica dal vivo più importanti di Jacksonville, Il Freebird Live, ad un solo isolato dall’oceano a Jacksonville Beach (Florida).

Il 28 novembre 2005 la Rock and Roll Hall of Fame annuncia che i Lynyrd Skynyrd saranno i prossimi a fare il loro ingresso insieme a Black Sabbath, Blondie, Miles Davis e Sex Pistols. La cerimonia si è svolta al Waldorf Astoria Hotel a Manhattan il 13 marzo 2006. I Lynyrd Skynyrd erano già stati nominati 7 volte in precedenza.

Il tastierista Billy Powell decede il 28 gennaio 2009, in base al referto medico a causa di un attacco cardiaco.

Controversie

I Fans dei Lynyrd Skynyrd si sono spesso lamentati del fatto che la band sia stata a lungo ignorata dalla Rock and Roll Hall of Fame. Qualcuno sostiene che la causa sia da ricercarsi nella controversa immagine sudista, che ha come simbolo la bandiera Confederata, considerata da molti razzista. Bisogna però sottolineare che la bandiera in questione è stata usata anche da molti altri artisti provenienti dal sud degli USA, tra cui Elvis Presley e Dolly Parton. In ogni caso i Lynyrd Skynyrd continuano a glorificare la loro immagine di conservatori “redneck” scegliendo per esempio di suonare per la convention Repubblicana del 2004 e utilizzando sul palco proiezioni in cui la bandiera Confederata si sovrappone e copre la bandiera Americana. Molti fans si presentano ai concerti avvolti nella bandiera Confederata e Johnny Van Zant fa lo stesso nella seconda parte dello show. Un’altra motivazione su cui si è spesso speculato è che, essendo solo due dei membri fondatori ancora nella band, essa sia solamente l’ombra di quella originale. Curiosamente la canzone “Free Bird” fa parte della lista delle “500 canzoni che hanno caratterizzato il rock” stilata proprio dalla Rock and Roll Hall of Fame. Nel febbraio 2005 il cantante Charlie Daniels ha pubblicato una lettera on-line accompagnata da una petizione diretta alla Hall of Fame, chiedendo ai fans di firmarla per sostenerla.

Leggende metropolitane

Fin dalla sepoltura del cantante nel 1977, hanno sempre circolato voci secondo le quali Ronnie Van Zant fu tumulato con una T-shirt di Neil Young addosso, quale segno di maledizione nei suoi confronti; in realtà (vedi sopra) non è vero che ci fosse ostilità tra i due. Qualche fan sostiene che questo sia il motivo per cui le lapidi di Ronnie Van Zant e Steve Gaines furono profanate il 29 giugno 2000 a Orange Park (Florida). Altri credono che il motivo dell’atto sacrilego sia la canzone “A Commercial” del 1986 dei Dead Kennedys che faceva riferimento in modo scherzoso all’esumazione dei corpi dei Lynyrd Skynyrd. La bara di Van Zant fu disseppellita, ma non aperta. I resti cremati di Gaines, contenuti in una busta di plastica dentro a un’urna, furono sparsi sul terreno circostante. La gran parte delle ceneri fu recuperata. Le famiglie decisero di spostare i resti dei due musicisti altrove, lasciando il mausoleo come luogo di commemorazione per le visite dei fans.

Curiosità

* Una delle loro canzoni più famose, Call Me The Breeze, è un grintoso remake dell’originale scritta da JJ Cale (gli skynyrd in seguito gli hanno “rivisitato” anche I Got The Same Old Blues). Curiosamente, molte canzoni di JJ Cale sono diventate famose solo dopo essere state riprese da altri artisti che probabilmente sempre a lui si sono ispirati nella ricerca del sound (come Clapton e Mark Knopfer). Mentre JJ Cale rimane quasi sempre nell’anonimato.
* La canzone “Sweet Home Alabama” si può sentire all’ inizio del remake cult e horror per eccellenza “Non Aprite Quella Porta” diretto da Marcus Nispel, dove 5 ragazzi a bordo di un furgone si dirigono al concerto degli stessi Lynyrd Skynyrd andando incontro ad un massacro.
* Southern Rock Opera, è un doppio album acclamato dalla critica pubblicato nel 2001 dalla band di alt-country Drive-By Truckers. Una raccolta di canzoni più che una vera opera, il disco si concentra sulla mitologia che circonda i Lynyrd Skynyrd, confrontandosi però anche con aspetti politici e razzisti degli Usa meridionali. I titoli delle canzoni comprendono “Ronnie and Neil”, “Birmingham”, “Cassie’s Brother”, e “Greenville to Baton Rouge”.
* “Simple Man” e “Call Me The Breeze” compaiono nel film Renegade - un osso troppo duro di E.B. Clucher, con Terence Hill (1987).
* La canzone “Sweet Home Alabama” è cantata a squarciagola anche dai detenuti in fuga sull’aereo di “Con Air” (1997)- regia di Simon West con Nicolas Cage - ed usata, nello stesso film, come canzone conclusiva.
* “Sweet Home Alabama” è stata inserita anche nella colonna sonora del celebre film di Luciano Ligabue, “Radiofreccia”
* La canzone “Sweet Home Alabama” è stata usata nel film omonimo del 2002 (in Italia Tutta colpa dell’amore), con Reese Witherspoon e Patrick Dempsey
* Le canzoni “Sweet Home Alabama” e “Free Bird” sono state usate anche nel film “Forrest Gump”.
* La canzone “Free Bird” è stata usata come colonna sonora del videogioco “GTA: San Andreas”
* E’ stata usata anche nel fim “Da morire” di Gus Van Sant, con Nicole Kidman.
* “Free bird” è anche la canzone di chiusura del film “La casa del diavolo”, sequel di “La casa dei mille corpi”
* La seconda parte di “Free bird” (il pezzo strumentale) è stato eseguito dal gruppo statunitense progressive Dream Theater, nell’album live “Once In a LIVEtime”.
* La canzone “That Smell” compare, come ultima traccia, nell’album “Another 700 Miles” del gruppo statunitense 3 Doors Down.
* La canzone “That Smell” compare anche nel film “Blow” con Johnny Depp.
* La canzone “Free Bird” è contenuta nel videogioco “Guitar Hero II” prodotto da Harmonix.
* La canzone “Free Bird” compare anche nel film “Elizabethtown” con Orlando Blooom e Kirsten Dunst.
* Nella canzone “Sweet Home Alabama” è presente una strofa di risposta alla canzone “Southern man” di Neil Young dove Neil “insultava” l’Alabama.

Membri della Band

Formazione Originaria

* Ronnie Van Zant, voce e principale autore (dal 1964 fino alla morte nel 1977)
* Allen Collins, chitarra (dal 1964 fino alla morte nel 1990)
* Gary Rossington, chitarra (dal 1964 a oggi)
* Bob Burns, batteria (dal 1964 fino 1974)
* Larry Junstrom, basso (dal 1964 fino al 1972)
* Leon Wilkeson, basso (dal 1972 fino alla morte nel 2001)
* Ed King, chitarra (dal 1973 fino al 1975 e ancora dal 1987 fino al 1995) (basso sul primo album)
* Steve Gaines, chitarra (dal 1976 fino alla morte nel 1977)
* Billy Powell, tastiere (dal 1973 a oggi)
* Artimus Pyle, batteria (dal 1975 fino al 1992)
* Cassie Gaines, JoJo Billingsley and Leslie Hawkins, cori

Formazione attuale

* Johnny Van Zant, voce
* Gary Rossington, chitarra
* Ean Evans, basso
* Rickey Medlocke, chitarra (batteria per un breve periodo nel 1971)
* Michael Cartellone, batteria
* Dale Krantz Rossington and Carol Chase, cori
* Mark Matejka, nuovo chitarrista 2006

Discografia

Formazione Originale

Album da Studio

* Pronounced Leh-Nerd Skin-Nerd - 1973
* Second Helping - 1974
* Nuthin’ Fancy - 1975
* Gimme Back My Bullets - 1976
* Street Survivors - 1977

Compilations

* Skynyrd’s First And… Last - 1978, collezione di vecchi demo
* Gold & Platinum - 1980, Antologia
* Best Of The Rest - 1982, Antologia
* Legend - 1987, Demo inediti, b-sides
* Skynyrd’s Innyrds - 1989, Antologia
* Box Set - 1991, Antologia
* The Essential Lynyrd Skynyrd - 1998, Antologia
* Lynyrd Skynyrd’s Greatest Hits - 2000, Antologia
* Thyrty : 30th Anniversary Collection - 2003, Antologia

Album dal Vivo e Video

* One More from The Road - 1976 Album dal vivo
* Freebird The Movie - 1995 Video dal vivo
* Freebird The Movie - 1996 Colonna sonora

Formazione attuale

Album da Studio

* Lynyrd Skynyrd 1991 - 1991
* The Last Rebel - 1993
* Endangered Species - 1994
* Twenty - 1997
* Edge of Forever - 1999
* Christmas Time Again - 2000
* Vicious Cycle - 2003

Compilations

* Then and Now (2000)

Album dal Vivo e Video

* Southern By The Grace Of God/Lynyrd Skynyrd Tribute Tour - 1987 - 1988 Album dal vivo
* Lynyrd Skynyrd Tribute Tour - 1988 Tour video
* Lyve From Steel Town - 1998 Album dal vivo
* Lyve From Steel Town - 1998 Tour video
* Lynyrd Skynyrd Lyve : The Vicious Cycle Tour - 2004 Album dal vivo
* Lynyrd Skynyrd Lyve : The Vicious Cycle Tour - 2004 Tour video

Singoli

Shade Tree Records

* 1968 “Need All My Friends”
* 1971 “I’ve Been Your Fool”

MCA Records

* 1973 “Free Bird”
* 1973 “Gimme Three Steps”
* 1975 “Don’t Ask Me No Questions”
* 1974 “Sweet Home Alabama” #8 US
* 1975 “Free Bird” reissue, #19 US
* 1975 “Saturday Night Special” #27 US
* 1976 “Double Trouble” #80 US
* 1976 “Gimme Back My Bullets”
* 1977 “Free Bird (Live)” #38 US
* 1977 “What’s Your Name” #13 US
* 1977 “You Got That Right”
* 1978 “That Smell”
* 1978 “Down South Jukin’”
* 1978 “When You Got Good Friends”

Autore modifica: Robertob93 (data: Feb 2 2012, 21:23)

Tutti i contenuti forniti dagli utenti su questa pagina sono disponibili in base ai termini della licenza Creative Commons Attribution/Share-Alike.
I contenuti potrebbero essere concessi in licenza anche in base ai termini della GNU Free Documentation License.

Dati principali

Generati da informazioni formattate nella wiki.

Nessuna informazione su questo artista

Questa è la versione 5. Visualizza quelle precedenti, oppure commenta questa wiki.

Puoi anche visualizzare un elenco di tutte le modifiche recenti alle wiki.