Biografia

Judy Garland, pseudonimo di Frances Ethel Gumm, (Grand Rapids, 10 giugno 1922 – Londra, 22 giugno 1969), è stata un’attrice, cantante e ballerina statunitense.

Dotata di una grande presenza scenica e di una voce profonda, intensa e duttile, Judy Garland è stata una un’importante artista del ventesimo secolo, dimostrando di eccellere sia come cantante che come ballerina e attrice. La sua vita privata fu costellata da diversi matrimoni conclusi con il divorzio e da un grave abuso di farmaci.

Figlia d’arte, debutta sulle scene ancora bambina, quando insieme con le due sorelle più grandi si esibisce nei teatri di provincia. La piccola Judy spicca per talento vocale e magnetismo scenico: in breve tempo le “Gumm Sisters” diventano un’attrazione amatissima dal pubblico, e durante un’esibizione a Chicago nel 1934, Judy viene notata da un talent-scout della Metro Goldwyn Mayer, il quale, d’accordo con la madre della ragazza, le procura un vantaggioso contratto cinematografico.

Grazie anche a un gradevole aspetto fisico e a un viso dolce e accattivante, Judy Garland comincia a farsi le ossa in musical di medio livello, fino a quando nel 1939 ha l’occasione di interpretare la protagonista del musical Il mago di Oz (The Wizard of Oz, 1939) diretto da Victor Fleming, in cui conquista pubblico e critica nel ruolo della dolce e sognatrice Dorothy, lanciando la canzone Over the Rainbow.

Il successo è straordinario, ma per sopportare i ritmi di lavorazione e per evitare di aumentare di peso, si dice che sia stata spinta dal boss della MGM, Louis B. Mayer, ad assumere consistenti dosi di farmaci, dai quali rimarrà dipendente per tutta la vita.

Continua a mietere successi nella commedia musicale, talvolta al fianco dell’amico Mickey Rooney. Nel 1944 interpreta con stile effervescente la protagonista del musical in costume Incontriamoci a Saint-Louis (Meet Me in St. Louis), in cui lancia canzoni come “Meet Me in St. Louis”, “The Trolley Song” e “Have yourself a merry little Christmas”; durante le riprese instaura una relazione col regista del film, il celebre Vincente Minnelli. Dalla loro unione, sfociata poi in matrimonio e durata 6 anni, nascerà nel 1946 la futura star Liza.

Successivamente Judy Garland interpreterà altre commedie musicali di grande successo, al fianco di importanti attori come Gene Kelly (Il pirata, The Pirate, 1948) e Fred Astaire (Ti amavo senza saperlo, Easter Parade, 1948).
Judy Garland ne Il mago di Oz
Judy Garland ne Il mago di Oz

I primi anni Cinquanta sono però disastrosi per l’attrice, per via del divorzio da Minnelli, del matrimonio burrascoso con Sidney Luft - da cui però sarebbero nati due figli, Joey e Lorna - terminato anch’esso con un divorzio, della sempre più crescente dipendenza da alcool e pillole assunti per sostenere i massacranti ritmi di lavoro, e del licenziamento dalla MGM, avvenuto dopo l’insuccesso del film L’allegra fattoria (1950), nel quale Judy appare visibilmente appesantita e sofferente.

Dopo alcuni anni di assenza dal cinema, nel 1954 Judy Garland torna sullo schermo per interpretare il ruolo struggente di protagonista nel film È nata una stella (A Star is Born) di George Cukor: nel film l’attrice impersona un’aspirante cantante che viene portata al successo da un maturo ed alcolizzato divo del cinema; tra i due nasce una grande storia d’amore, ma lei non riuscirà a strapparlo dal vortice della depressione. Il film ottiene un grande successo e Judy offre prova di notevoli doti drammatiche, eccellendo anche come cantante con brani come “That Man That Got Away”.

Successivamente ci saranno altri matrimoni, crisi depressive e qualche soddisfazione professionale ottenuta dai concerti e dalle partecipazioni televisive. Verrà scelta per ruoli intensamente drammatici nei film Vincitori e vinti (Judgment at Nuremberg, 1961) di Stanley Kramer, e Gli esclusi (A Child Is Waiting, 1963) di John Cassavetes, il suo ultimo ruolo, dopo il quale abbandona il cinema per dedicarsi al teatro e ai concerti.

Judy Garland si spegne prematuramente all’età di 47 anni, probabilmente per l’assunzione accidentale di un’elevata dose di barbiturici. Fu trovata morta nella sua stanza da bagno dall’ultimo marito Mickey Deans.

Autore modifica: [utente eliminato] (data: Set 1 2008, 18:44)

Tutti i contenuti forniti dagli utenti su questa pagina sono disponibili in base ai termini della licenza Creative Commons Attribution/Share-Alike.
I contenuti potrebbero essere concessi in licenza anche in base ai termini della GNU Free Documentation License.

Dati principali

Generati da informazioni formattate nella wiki.

Nessuna informazione su questo artista

Questa è la versione 1. Visualizza quelle precedenti, oppure commenta questa wiki.

Puoi anche visualizzare un elenco di tutte le modifiche recenti alle wiki.