Biografia

Juanes, nome d’arte di Juan Estebán Aristizábal Vásquez (Medellín, Colombia, 9 agosto 1972), è un cantautore e chitarrista colombiano, ex componente della rockband Colombiana Ekhymosis.

Juanes inizia la sua carriera artistica a 15 anni di età a Medellín quando crea un gruppo metal chiamato Ekhymosis, un gruppo che rimarrà unito per 12 anni con 5 album in carriera. Nel 1999 decide di iniziare la sua carriera da solista come Juanes, abbreviatura del suo nome vero Juan Estebán, e in 4 anni e 3 dischi si converte nell’artista latino con maggiore credibilità, vendita e proiezione del mercato internazionale.

Il suo debutto da solista (di orientamento politico) è stato Fíjate bien (“Riguadati”), del (2000), che gli ha fruttato tre Latin Grammys: Migliore Artista Novità, Miglior Album Vocale da Solista e Miglior Canzone Rock.

Il seguente, “Un día normal” prodotto da Gustavo Santaolalla (2002), è stata una mega-hit di platino nell’America latina e ha dominato in quell’anno i Latin Grammys, per i quelli era stato nominato e in cui ha vinto cinque premi, inclusi quelli di Canzone dell’Anno e Album dell’Anno. Quell’album comprendeva Fotografía, un duetto con la cantante canadese-portoghese Nelly Furtado sul tema dell’isolamento tra gli amanti. Il suo ultimo album, “Mi sangre” è stato lanciato nel settembre 2004 e ha esordito al primo posto nelle Billboard Charts latine.

Recentemente è diventato molto famoso in tutta Europa, dove “Mi sangre” e il singolo da esso estratto, La camisa negra hanno raggiunto la vetta delle chart. Alcune voci dicono che, specie in Italia, la canzone sia stata presa a simbolo del movimento neofascista, in riferimento alle “camicie nere” indossate dai fascisti. Intesa, in verità, da Juanes come riferita a se stesso, la canzone parla del lutto per la morte della persona amata, e la camicia nera in questo senso è un simbolo di lutto e non di fascismo.

Nei Latin Grammys del 2005, Juanes ha vinto altri tre premi, che si aggiungono ai suoi nove Grammy precedenti. Ha ricevuto il premio di Migliore Canzone Rock per Nada valgo sin tu amor (“Non valgo niente senza il tuo amore”), Miglior Album Rock da Solista per “Mi sangre” e Miglior Video Musicale per Volverte a ver (“Vederti un’altra volta”).

Il 9 dicembre 2005, Juanes è stato il principale ospite musicale della cerimonia per il sorteggio finale dei gironi dei Mondiali di calcio 2006, tenutasi a Lipsia (Germania). Nell’occasione ha presentato la sua canzone La camisa negra.

La sua chitarra elettrica produce una musica originale con estrema varietà di fonti, stili e influenze. Della sua infanzia prende quei ritmi autoctoni latini come vallenato, ranchera, tango, bolero, salsa, guasca e trova cubana, che il padre Javier insieme ai suoi fratelli Javier Jr, Josè e Jaime, insegnarono al piccolo Juan. Loro furono anche i suoi primi professori di canto e chitarra (le 4 J non sono una coincidenza).

Nei suoi testi mescola i suoi timori,le aspirazioni,la sua sensibilità sociale, con l’amore intenso che sente per la sua famiglia. Con tutti questi ingredienti musicali e non, crea una fusione completamente originale.

Autore modifica: Colombianisima (data: Gen 31 2009, 14:15)

Tutti i contenuti forniti dagli utenti su questa pagina sono disponibili in base ai termini della licenza Creative Commons Attribution/Share-Alike.
I contenuti potrebbero essere concessi in licenza anche in base ai termini della GNU Free Documentation License.

Dati principali

Generati da informazioni formattate nella wiki.

Nessuna informazione su questo artista

Questa è la versione 2. Visualizza quelle precedenti, oppure commenta questa wiki.

Puoi anche visualizzare un elenco di tutte le modifiche recenti alle wiki.