Biografia

James Louis Johnson detto Jay Jay (Indianapolis, 22 gennaio 1924 – 4 febbraio 2001) è stato un trombonista e compositore statunitense.
Jay Jay Johnson suonò con jazzisti del calibro di Count Basie, Miles Davis, Oscar Pettiford e incise parecchi album con il collega trombonista Kai Winding, oltre a numerosi album da solista.

Considerato da molti uno dei più grandi suonatori di trombone di tutti i tempi, riuscendo a trasferire le innovazioni musicali bebop di Charlie Parker e Dizzy Gillespie al suo difficile strumento, suonando il trombone a coulisse con tale velocità e maestria che spesso l’ascoltatore era convinto di stare ascoltanto il più agile trombone a pistoni. Fu senza dubbio il più importante trombonista bebop, e fu certamente responsabile della rivoluzione più radicale per la tecnica e lo stile del trombone. Fu molto apprezzato anche come arrangiatore e compositore, tra i suoi brani più famosi “Lament”.

Nato nell’Indiana, a Indianapolis, dopo aver studiato pianoforte e organo, il giovane Johnson provò a cimentarsi con il sax baritono, ma solo quando scoprì il trombone si appassionò veramente allo studio dello strumento. La sua carriera cominciò negli anni quaranta suonando nelle band di Snookum Russell e Benny Carter, ma fu con l’orchestra di Count Basie (1945 e 1946) che J.J. Johnson cominciò ad avere uno spazio rimarchevole per i suoi assoli. La band di Basie suonava principalmente a New York e fu lì che ebbe l’incontro con il bebop e le sue star. Negli anni successivi ebbe l’opportunità di suonare con Charlie Parker, Dizzy Gillespie, Illinois Jacquet (1947 e 1949), e Miles Davis (nello storico gruppo che incise Birth of the Cool). Incise anche con Bud Powell ed il giovane Sonny Rollins, ma agli inizi degli anni cinquanta la fortuna gli fu avversa, tanto che dovette lasciare la musica. Ma nel 1954 ebbe l’opportunità di formare il famoso duo con il collega trombonista Kai Winding che lo portò di nuovo alla ribalta. Al termine di quell’esperienta Johnson fondò un suo quintetto e cominciò a comporre brani originali fra cui il noto standard “Lament” e opere molto ambiziose come la suite scritta per Dizzy Gillespie “Perceptions” (1960). Continuò la sua esperienza musicale componendo musiche per serie televisive (fra cui “Shaft” 1971). Alla fine degli anni settanta riprese la carriera da band leader ed i tour, fra alterne vicende, fino al 1997. Ufficialmente è morto di cancro alla prostata, ma sembra che il male lo abbia spinto al suicidio.

DISCOGRAFIA

* 1946: J.J. Johnson Jazz Quintets (Savoy)
* 1953: The Eminent J.J. Johnson, Vol. 1 (Blue Note) con Clifford Brown e John Lewis
* 1954-55: The Eminent J.J. Johnson, Vol. 2 (Blue Note) con Charles Mingus e Hank Mobley
* 1958: Blue Trombone (Columbia)
* 1960: J.J. Inc. (Columbia) con Freddie Hubbard
* 1988: Quintergy: Live at the Village Vanguard (Island records)
* 1994: Tangence (Verve)
* 1996: Heroes (Impulse)
* 2003: The J.J. Johnson memorial album (Prestige) compilation

Con Coleman Hawkins

* 1957 : The Hawk Flies High (Riverside/OJC)

Con Joe Pass

* 1985: We’ll Be Together Again (Orig. Jazz Classics)

Con Sonny Rollins

* 1957: Volume 2 (RVG)

Con Kai Winding

* 1954: Jay and Kay (Prestige)
* 1956: Jay and Kai + 6 (Columbia records)
* 1960: The Great Kai and JJ (Impulse!)

[modifica] Con Kai Winding e Benny Green

* 1949-51: Trombone by three (Prestige)
* 1952: …with Strings (Prestige)

Autore modifica: justanotherider (data: Nov 6 2007, 12:08)

Tutti i contenuti forniti dagli utenti su questa pagina sono disponibili in base ai termini della licenza Creative Commons Attribution/Share-Alike.
I contenuti potrebbero essere concessi in licenza anche in base ai termini della GNU Free Documentation License.

Dati principali

Generati da informazioni formattate nella wiki.

Nessuna informazione su questo artista

Questa è la versione 3. Visualizza quelle precedenti, oppure commenta questa wiki.

Puoi anche visualizzare un elenco di tutte le modifiche recenti alle wiki.