Scopri nuova musica

Last.fm è un servizio di esplorazione musicale che ti offre consigli personalizzati in base alla musica che ascolti.

Crea il tuo profilo su Last.fm Chiudi finestra

Guido Schneider

Tag

I tag degli altri

Altri tag

Biografia

Guido Schneider produce musica elettronica sin dai primissimi anni ’90. Fortemente influenzato dalla scena ebm, infatti, già nel 1991 pubblica il suo primo singolo sull’etichetta Spv. Nel 1995 apre una label propria, la Neue Welten, e nel 1996 si trasferisce a Berlino dove si avvicina al mondo della minimal techno anche grazie all’incontro con l’amico Sammy Dee e inizia a dedicarsi anima e corpo al mondo della produzione musicale. Il 2000 segna una svolta nella vita di Guido: chiude la Neue Welten e incontra il vocalist Florian Schirmacher, con il quale creò il progetto Glowing Glisses e pubblicò tre ep ed un album, “Silver Surfer”, su Pokerflat, etichetta nata da poco ma che si stava rapidamente imponendo sui dancefloor europei. Il connubio degli armonici vocals di Florian e dei suoni minimali e bleep di Guido affascinano infatti Steve Bug, patron della Pokerflat, che li vuole assolutamente nella sua scuderia al fianco di nomi come Martini Bros e Martin Landsky. Nel 2004 Guido rilascia altri due singoli, fra cui “Oh My Buffer”, traccia che lo consacra definitivamente a livello internazionale, e si cimenta in remix di grande successo come quelli di “Loverboy” di Steve Bug e di “Minikool” di B. o ancora, nel 2005, di una delle hit più ballate dell’anno, il remix di “On and On” dei Dub Kult.

Video

Album più ascoltati

Trend di ascolto

16.588ascoltatori totali
69.595scrobbling totali
Trend di ascoltatori recente:

Inizia a eseguire lo scrobbling e tieni traccia dei tuoi ascolti

Gli utenti di Last.fm eseguono lo scrobbling della musica che ascoltano su iTunes, Spotify, sulla radio e su oltre 200 altri lettori.

Crea un profilo su Last.fm

Bacheca

Aggiungi un commento. Accedi a Last.fm o registrati.

Maggiori ascoltatori