Biografia

Duane Eddy (Corning, 26 aprile 1938) è un musicista statunitense, attivo principalmente negli anni sessanta.

Considerato uno dei migliori chitarristi di ogni tempo, è stato premiato nel 1986 con un Grammy Award e il suo nome è iscritto dal 1994 nella Rock and Roll Hall of Fame[1].

Figura fra gli artisti con maggiori vendite di singoli ed album musicali (trentaquattro singoli in classifica, di cui una quindicina nei primi quaranta posti, e cento milioni di copie vendute nel mondo) ed è stato autore di cover dei brani All I Really Want To Do di Bob Dylan (contenuta nell’album del 1965 Duane Does Dylan) e Sugarfoot Rag di Hank Garland (inclusa in The RCA Years: 1962-1964, distribuito nel 1999).

Fra i generi musicali da lui praticati nel corso della carriera figurano, oltre al rock e alla country music, il blues, il jazz, il gospel, l’hip hop, il rockabilly e l’hillbilly praticato sui monti Appalachi.
Eddy ha portato al successo, spesso a fianco di quello che è stato a lungo il suo gruppo musicale, The Rebels, brani divenuti evergreen della musica rock: oltre a standard del country come Apache, Ring of Fire, The House of the Rising Sun e Eve of Distruction, canzoni come Peter Gunn, Cannonball e Rebel Rouser (del 1958), The Lonely One e Forty Miles of Bad Road (1959), Shazam! (1960), Londonderry Air (Danny Boy, 1961), Dance With the Guitar Man (1962), Boss Guitar (1962) e Some Kind-a Earthquake (la più breve canzone mai entrata nelle Top 40: durata 1:17), incisa nel 1959.

Tre suoi brani - Rebel-Rouser, The Trembler e Shazam! - sono stati inseriti nella colonna sonora del film di Oliver Stone Natural Born Killers (Assassini nati). È citato nella canzone Life Is a Rock (But the Radio Rolled Me) del gruppo musicale di studio dei Reunion.
Considerato una leggenda del rock and roll, Eddy ha iniziato a suonare la chitarra all’età di cinque anni, per imitazione del suo cow-boy hero Gene Autry. Nel 1951, all’età di tredici anni, si trasferì con la famiglia a Coolidge, in Arizona.

È stato qui che, nel 1954, ha conosciuto il tecnico del suono e disc jockey Lee Hazlewood, che sarebbe diventato suo fedele compagno di viaggio nel mondo della canzone, sia come coautore che come produttore.

Insieme i due hanno creato una formula di successo basata sull’intuitività sperimentale in sala di registrazione di Hazlewood e sul talento come solista di Eddy.

L’album di debutto - pubblicato il 9 gennaio 1959, titolo Have Twangy Guitar-Will Travel - raggiunse il quinto posto nelle classifiche di vendita, rimanendo nelle top charts per ottantadue settimane Nel 1960, la rivista New Musical Express votò il cantante come World’s Number One Musical Personality (scalzando Elvis Presley che da tempo deteneva questa sorta di titolo). Nello stesso anno, Eddy contribuì alla colonna sonora del fim Because They’re Young, il cui motivo conduttore divenne uno dei suoi maggiori successi (quarto posto nelle classifiche).
Da allora, Eddy ha pubblicato oltre venticinque album di canzoni che toccano una varietà di temi e stili raramente riscontrabile in altro artista. Quando il rock stava toccando il suo apice, scelse di pubblicare un disco con brani comopletamente acustici,Songs Of Our Heritage, che può essere considerato uno dei primi progetti discografici unplugged.

In altre occasioni ha voluto fare arrangiare i suoi album con accompagnamento orchestrale o con quello di Big Band stile anni 1940. È stato autore anche di versioni strumentali di canzoni di Bob Dylan, raccolte in un’apposita collezione (e il cantante di Duluth nel suo libro autobiografico Chronicles - Volume 1 ha pubblicamente reso merito al lavoro di Eddy, testimone del fatto che il successo delle sue canzoni non sia dovuto solo alla qualità dei testi).

Negli anni 1960, Eddy ha avuto anche un periodo di attività nel cinema comparendo in alcuni film: A Thunder of Drums, The Wild Westerners, Kona Coast. Per la televisione è apparso nella serie Have Gun — Will Travel.

Gli anni 1970 lo hanno visto impegnamento prevalentemente come produttore di progetti per altri artisti, come Phil Everly e Waylon Jennings, Tony Macaulay, già fondatore del gruppo musicale The Seekers e Keith Potger. Il singolo You Are My Sunshine, da lui prodotto ed interpretato da Willie Nelson e Waylon Jennings, è stato un hit nelle classifiche di musica country del 1977.

Nel 1983 Duane ha compiuto una tournée assieme ad altri noti musicisti (Don Randi alle tastiere, Hal Blaine alla batteria, Steve Douglas al sassofono e Ry Cooder alla chitarra) suonando in piccoli club davanti a gruppi di appassionati.

Tre anni dopo ha registrato con Art of Noise una versione del suo best-seller anni sessanta Peter Gunn. Il brano si è inserito fra i primi dieci nelle principali classifiche mondiali (al primo posto per sei settimane sul Rolling Stone Magazine’s dance chart, vincendo anche un Grammy Award come migliore brano rock strumentale del 1986 e garantendo la possibilità a Eddy di figurare come l’unico strumentista ad avere avuto singoli nelle top ten in Gran Bretagna in quattro decadi differenti.

È del 1987 l’album che porta il suo nome - Duane Eddy - distribuito dalla Capitol Records come tributo all’influenza avuta dal suo stile all’interno della musica rock.

Nella primavera del 1994 si è avuto il suo inserimento nella Rock and Roll Hall of Fame, coinciso con il rinnovato successo dei suoi brani inseriti nelle colonne sonore dei film Forrest Gump e Natural Born Killers

Nel 1996, Eddy ha affiancato il compositore Premio Oscar Hans Zimmer per la composizione delle musiche di Nome in codice: Broken Arrow (con John Travolta), mentre nella primavera 1997 imprimendo l’orma della mano e la propria firma nella Rockwalk, accanto a quelle di Chet Atkins, Scotty Moore e James Burton.

Nel 2004 ha contribuito al lancio di un nuovo modello di chitarra Gibson Guitar Corporation che porta il suo nome, Duane Eddy Signature Model, e che è stata realizzata sulla base di specifiche speciali dalla Gibson Custom Art and Historic Division.

Nello stesso anno ha avuto un ulteriore riconoscimento da Guitar Player Magazine: quello del Legend Award.
l musicista è stato il primo chitarrista rock ad avere uno strumento personalizzato o prodotto a suo nome. Nel 1960 la Guild Guitars immise sul mercato due nuovi modelli: il Duane Eddy Models DE-400 e il deluxe DE-500. Un numero limitato di di DE-500 fu prodotto nuovamente per un breve periodo nel 1983 in occasione del venticinquennale dall’esordio di Eddy nel mondo musicale.

Il modello Gretsch “Chet Atkins 6120” è stato poi associato alla musica di Duane Eddy. Nel 1997 la Gretsch Guitars ha avviato la produzione del modello Duane Eddy Signature Model DE-6120, mentre nel 2008 la Gibson Custom Art and Historic Division ha presentato un nuovo modello di chitarra personalizzata nel nome del musicista.

(Eddy79)

Autore modifica: eddy79 (data: Set 2 2009, 9:21)

Tutti i contenuti forniti dagli utenti su questa pagina sono disponibili in base ai termini della licenza Creative Commons Attribution/Share-Alike.
I contenuti potrebbero essere concessi in licenza anche in base ai termini della GNU Free Documentation License.

Dati principali

Generati da informazioni formattate nella wiki.

Nessuna informazione su questo artista

Questa è la versione 2. Visualizza quelle precedenti, oppure commenta questa wiki.

Puoi anche visualizzare un elenco di tutte le modifiche recenti alle wiki.