Biografia

Brian Johnson (Dunston, 5 ottobre 1947) è un cantante britannico membro degli AC/DC dal 1980.

Molti, erroneamente, lo indicano come il secondo cantante del gruppo dopo Bon Scott: in realtà gli AC/DC esordirono con alla voce Dave Evans, il quale però rimase nel gruppo per circa un anno (1973-1974) ed incise col gruppo soltanto un singolo rilasciato solamente in Australia.

Attualmente Brian Johnson vive a Sarasota, Florida, USA.

Brian ha in parte origini italiane: suo padre Alan era un sergente maggiore dell’esercito britannico, mentre sua madre, Ester De Luca, è italiana di Frascati, in provincia di Roma. Johnson ha affermato di aver ereditato il timbro vocale dal padre. Il suo primo matrimonio diede alla luce due figli, ma si concluse poco prima che entrasse negli AC/DC.

Prima di entrare negli AC/DC, Johnson cantava nei Geordie, una Glam rock band di Newcastle formata nel 1972. Dopo aver pubblicato diversi singoli, la band si sciolse nel 1978, ma Johnson decise di riformarla nel 1980. Ma dopo aver firmato qualche contratto, nello stesso anno, venne chiamato ad un’audizione per gli AC/DC.

Johnson entrò quindi nella band nell’Aprile 1980, dopo la morte del precedente singer Bon Scott avvenuta nel febbraio dello stesso 1980. Il ruolo di cantante nel gruppo fu un compito assai impegnativo per Johnson, ma senza ombra di dubbio possiamo però affermare che con Brian gli AC/DC ritrovarono immediatamente la strada del successo, come testimoniato dal celebre album Back in Black, pubblicato nel 1980 e ricordato come uno dei migliori lavori Hard Rock di tutti i tempi: il disco arrivò al n.1 in UK e al n.4 in USA dove restò per mesi nella classifica di Billboard; seguì un tour mondiale di grande successo che consacrò Brian degno successore di Bon. Nel novembre del 1981 uscì “For those about to rock (we salute you)” che andò direttamente al n.1 in USA e vendette milioni di copie in tutto il monto, seguito da un altro tour mondiale da tutto esaurito: solo l’Italia fu esclusa. L’attesa per vedere Brian, Angus & Co. finì nel settembre 1984 con due date (Nettuno e Torino) con il tour di supporto all’album “Flick of the switch”, uscito nel 1983. Come ci mostra la discografia seguirono altri dischi e altri tour mondiali di grandissimo successo e solo nell’ultima decade il gruppo, complice un braccio di ferro con la vecchia etichetta, ha rallentato il passo. Sembra comunque che il 2008 debba essere l’anno giusto per un nuovo album e successivo tour mondiale.

Brian Johnson fonda la sua prima band, i Geordie, di Newcastle, nel 1972. La formazione originale, che dura fino al 1977, comprende anche il chitarrista Vic Malcom, il bassista Tom Hill e il batterista Brian Gibson. Con la line-up storica i Geordie realizzano numerosi singoli di successo, e anche qualche album. Nel 1977, Brian Johnson è costretto a cambiare la line-up: arrivano Derek Rootham (chitarra), Dave Robson (basso) e Dave Withaker (batteria). Dal 1977 al 1980, i Geordie realizzano solo un album inedito, “No good woman” (1978), e qualche singolo. Nel 1980 finisce l’avventura di Brian Johnson con i Geordie, chiamato negli AC/DC. Brian Johnson, nel 1975, durante un periodo di crisi dei Geordie, pubblicò un singolo come solista, contenente le canzoni “I can’t forget you now” e “Give it up”. Da notare che i Geordie conoscono una “seconda” vita, senza Brian Johnson; infatti nel 1982 Vic Malcom rifonda la band, con la presenza anche di Hill e Gibson, e l’aggiunta del nuovo cantante Rob Turnbull e del chitarrista David Stephenson. Ma l’album “No sweat” del 1983, non raggiunge il successo desiderato, e la band si scioglie definitivamente nel 1985. Nel 2001 i Geordie, nella formazione attiva fra il 1977 e il 1980, effettuano una sorta di tournée della “nostalgia”, in varie città britanniche, con un certo successo. Fra le canzoni più importanti dei Geordie, da ricordare “Black cat woman”, “Can you do it”, “Electric lady”, “Don’t do that”, “She’s a teaser”, “All because of you”, “Ride on baby”, “Rocking with the boys tonite”, “She’s a lady”, nonché “House of the rising sun” (cover dagli Animals) e “Geordie’s lost his liggie” (cover da tradizionale inglese). Una curiosità: non esiste nessun disco live dei Geordie.

Autore modifica: jamezbold (data: Ott 23 2008, 23:13)

Tutti i contenuti forniti dagli utenti su questa pagina sono disponibili in base ai termini della licenza Creative Commons Attribution/Share-Alike.
I contenuti potrebbero essere concessi in licenza anche in base ai termini della GNU Free Documentation License.

Dati principali

Generati da informazioni formattate nella wiki.

Nessuna informazione su questo artista

Questa è la versione 1. Visualizza quelle precedenti, oppure commenta questa wiki.

Puoi anche visualizzare un elenco di tutte le modifiche recenti alle wiki.

Ulteriori informazioni

Da altre fonti.

Collegamenti
Etichette