Biografia

Amedeo Minghi (Roma, 12 agosto 1947) è un cantautore, cantante e compositore italiano.

Inizia nel 1966 partecipando alla trasmissione televisiva “Scala Reale” con Alla fine e Ma per Fortuna. Negli anni ‘70 scrive canzoni per i Vianella come la fortunata Vojo er canto de ‘na canzone, Canto d’amore di Homeide e Fijo mio; quest’ultimo brano può essere considerato anche come il primo vero successo di Franco Califano. Sempre negli anni ‘70 partecipa al gruppo i Pandemonium di cui presto diventa il leader scrivendo l’intensa L’immenso, brano che lo porterà in vetta a tutte le classifiche internazionali con più di 15 versioni (El inmenso, Allein mit dir). Intanto firma come autore di numerose canzoni cantate dai più grandi interpreti italiani (Mia Martini, Gianni Morandi, Marcella Bella, Anna Oxa, Rita Pavone ). Partecipa al Festival di Sanremo con 1950, intensa e forse l’unica vera perla di quella disastrosa edizione sanremese. Il brano coniuga l’amore, la pace e la guerra in un crescendo melodico e poetico che ben rappresenta il caraetteristico “anno fra la guerra e il 2000, anno tondo come il pallone che tira diretto e che bell’effetto al mio cuore”. Questa canzone verrà ripresa da Gianni Morandi ed oggi viene considerata come una delle più belle canzoni della musica italiana. Nel 1984 esce Quando l’estate verrà e nel 1987 Serenata. Pubblica nel 1989 La vita mia aprendo una lungo tour teatrale che lo vedrà protagonista nella scena della musica italiana degli anni ‘90. È di questo periodo l’invenzione della formula musica+monologhi dove l’artista definisce la sua essenza per la musica: il suo cantar d’amore (tra l’altro album del 1996) è il solo tema della musica, del vivere quotidiano, del vivere sociale senza ricorrere a canzoni didascaliche, a storie sempre cantate ma mai lette nel profondo e nel vero senso dell’amore.

E così nel 1990 arriva la consacrazione: arriva terzo al Festival di Sanremo con Vattene amore, meglio conosciuta con “trottolino amoroso dududadada” cantata assieme a Mietta.

Seguono Nenè/Endless Night con Bonnie Tyler(1991), I ricordi del cuore (1992), Notte bella e magnifica (1993), Cantare è d’amore (1996).

Nel 1997 pubblica in America Latina l’album Cantar es de amor. Minghi tiene concerti in Brasile, dove il pubblico e i media lo accolgono con l’entusiasmo riservato alle grandi star mondiali del pop e del rock. Ne segue la pubblicazione di due album, di cui uno antologico, che con le loro oltre 250.000 copie vendute portano il nome di Amedeo Minghi in vetta alle classifiche di tutto il Sud America. Nel contempo, anche i mercati di Spagna e di tutto il Nord Europa, Olanda in testa, iniziano a dare segni di concreta attenzione nei confronti di Minghi. Il fortunato percorso artistico di Amedeo Minghi saluta la fine di questo millennio con Un uomo venuto da lontano dedicato al Santo Padre, Papa Giovanni Paolo II. Esegue il brano in presenza di Sua Santità insieme a Gerusalemme, brano inedito commissionato dal Vaticano in occasione del Giubileo 2000. In particolare, a Gerusalemme, è legato un grande progetto: quello di essere eseguita, in Terra Santa, proprio presso le mura della città, insieme ad un cantante ebreo e ad uno palestinese, segno questo di incontro concreto tra i popoli. È questo il suo Cantar d’Amore, troppo spesso frainteso e sottovalutato.

Seguono gli album Decenni (1998), Anita (2000), L’altra faccia della luna (2002) e Su di me del 2005.

Nel frattempo scrive le colonne sonore delle favole televisive Fantaghirò (regia di Lamberto Bava) che avranno una grande fortuna soprattutto all’estero dove l’artista salirà le vette più alte delle classifiche. È lui l’autore delle musiche della fortunata telenovela “Edera”, di “Terra Nostra” (La esperanca).

Inoltre nel 2004 è l’autore di un brano per Andrea Bocelli (Per noi).

Attualmente è impegnato in un progetto “UNICEF” che lo vede coinvolto insieme a Lino Banfi nell’uscita del CD “Sotto l’ombrellone”.

Ha pubblicato in una raccolta un suo brano “Cosi sei Tu” interpretato in duetto con la cantante moscovita Diana GurzKaya presentata a Mosca nel teatro del Cremlino.

Autore modifica: stronzochilegge (data: Gen 18 2010, 11:17)

Tutti i contenuti forniti dagli utenti su questa pagina sono disponibili in base ai termini della licenza Creative Commons Attribution/Share-Alike.
I contenuti potrebbero essere concessi in licenza anche in base ai termini della GNU Free Documentation License.

Dati principali

Generati da informazioni formattate nella wiki.

Nessuna informazione su questo artista

Questa è la versione 2. Visualizza quelle precedenti, oppure commenta questa wiki.

Puoi anche visualizzare un elenco di tutte le modifiche recenti alle wiki.